sabato 8 luglio 2017

«George Clooney medita di lasciare la Gran Bretagna per tornare negli Usa»: l'attore teme per la sicurezza di moglie e figli

George Clooney potrebbe presto salutare la Gran Bretagna e fare ritorno in patria. A sostenerlo è il magazine Life & Style, secondo cui il cinquantaseienne attore americano starebbe riflettendo molto seriamente sulla possibilità di lasciare la sua splendida villa del Berkshire costatagli ben venti milioni di sterline. La ragione di questo (probabile) trasferimento così inatteso? 


Motivi di sicurezza, quella che nella campagna inglese, secondo il divo di ER, molto preoccupato per le minacce ricevute in passato e per quelle arrivate tempo fa alla moglie Amal a causa del suo lavoro di avvocato, mancherebbe.
“A lui non pare proprio che continuando a vivere lì Amal e i loro due gemelli possano dirsi al sicuro”, ha spiegato alla rivista un insider, che poi ha aggiunto: “Appena la moglie scoprì di essere incinta, George assunse alcuni ex agenti del Servizio Segreto per valutare lo stato di tutte le sue sue proprietà e per cercare di renderle migliori”.
Effettuate le necessarie ispezioni, gli “007” riferirono a Clooney che Studio City, una delle residenze californiane della star hollywoodiana, era la sua dimora più sicura, una relazione che, a quanto pare, trascorso qualche mese, avrebbe definitivamente convinto la star hollywoodiana a considerare l’eventualità di un ritorno a Los Angeles.
E dire che per aumentare la sicurezza della sua villa nel Berkshire l’attore ha speso la bellezza di 12,5 milioni di sterline, soldi che vanno aggiunti ai 7,5 milioni di pound pagati per l’acquisto della tenuta. Evidentemente, però, un’intera squadra di bodyguard e un sistema di videosorveglianza sofisticatissimo a George non potevano bastare.