venerdì 3 febbraio 2017

Ivana Spagna: “Il Dalai Lama mi chiese una canzone”

Ivana Spagna si racconta a tutto tondo sulle pagine di "Mistero Magazine", svelando il suo lato più intimo e spirituale. La celebre cantante di Easy Lady, Call Me e Gente come noi, ha infatti raccontato dei suoi sogni premonitori e dell'incontro con il Dalai Lama, suo grande fan: "Una volta mi diede una sua poesia da trasformare in canzone. Si chiamava Words of Truth".


Nell'intervista concessa ad Aldo Dalla Vecchia nel nuovo numero di "Mistero Magazine", Spagna racconta molti episodi inediti e poco conosciuti: dal sogno che le rivelava la morte violenta del suo gatto Bimbo (che sarebbe avvenuta alcuni mesi dopo), all’aborto spontaneo dovuto allo stress per le troppe serate, fino alla morte della madre e al pensiero di farla finita. Spagna in questo periodo sta raccogliendo materiale, testimonianze e interviste per un libro, che avrà al centro i molti sogni premonitori che ha avuto nella sua vita.
Tra le altre rivelazioni, una delle più curiose riguarda il Dalai Lama, suo grande fan: "Una volta mi diede una sua poesia da trasformare in canzone per un progetto tipo Live Aid. Io e mio fratello l’abbiamo musicata, la canzone si chiamava Words of Truth. Lui l’aveva sentita, gli era piaciuta, poi si è ammalata mia mamma e ho dovuto lasciar perdere tutto. Jackson Browne aveva già dato la sua adesione per eseguirla dal vivo, e Richard Gere avrebbe dovuto suonare la chitarra". Per gli altri sogni premonitori ed episodi inspiegabili, appuntamento nei prossimi mesi in libreria.