mercoledì 19 ottobre 2016

La Pakkiano fa le magliette "Odio Vacchi". E Gianluca querela

Con la maglietta è in arrivo una possibile querela per un’azienda mottense.
La provocazione dello slogan "Odio Vacchi" stampato su magliette, felpe e pantaloni è giunta anche al diretto interessato. Infatti il manager di Gianluca Vacchi, l’imprenditore amico dei Vip, avrebbe contattato l'imprenditore mottense Stefano Cigana dopo la commercializzazione della sua nuova linea di abbigliamento con stampato lo slogan "Odio Vacchi".  


Cigana riferisce di essere stato contattato su Facebook dal manager di Vacchi, che avrebbe minacciato una battaglia legale contro la sua linea di abbigliamento che riporta appunto tale slogan.
«Sono stato contattato da questo signore qualche giorno fa - ha detto Cigana - il quale mi ha annunciato una querela, ma non capisco cosa ci sia di male in quel che ho fatto. Mi spiego meglio. È inutile che mi si accusi di calunnia e diffamazione, che in realtà corrispondono ad altro. Se ti ritieni un personaggio pubblico devi essere pronto anche ad accettare tutte le critiche del caso, come è più volte successo anche a me».
Cigana, conosciuto per le sue magliette irriverenti e satiriche, intende liberarsi di qualche sassolino nelle scarpe: «Pakkiano ha come riferimento il concetto di satira. La vera ricchezza non si basa sul fatto di possedere capitali e mostrare al pubblico una vita da star, ma è quella di poter esprimere liberamente il proprio pensiero». A fronte delle ultime notizie, «l'azienda Ima della famiglia Vacchi avrebbe segnalato di prendere le distanze da Gianluca», riferisce lo stesso Cigana.