venerdì 7 ottobre 2016

Kim Kardashian, ecco i dubbi sulla rapina e il nuovo profilo

Ridimensionare le uscite pubbliche e mostrarsi con meno ostentazione sui social. Questi i buoni propositi di Kim Kardashian dopo la rapina di cui è stata vittima a Parigi. E mentre gli amici cercano di starle accanto per rincuorarla, si moltiplicano i dubbi sul furto. Troppe cose non quadrano. Che sia stata una mossa pubblicitaria o una truffa all'assicurazione?


I DEBITI DI KANYE WEST E IL FALLIMENTO DELLA GUARDIA DEL CORPO
Il rapper, marito della socialite, avrebbe 53 milioni di debiti: il furto sarebbe un modo per recuperare soldi dall'assicurazione? Del resto che la Kardashian abbia aperto la porta di notte a degli sconosciuti sembra parecchio strano. E che si trovasse sola lontana dalla sua guardia del corpo, lo è altrettanto. E proprio la guardia del corpo qualche mese fa avrebbe dichiarato il fallimento della sua agenzia di sicurezza per debiti milionari. Un buco nero nell'economia dell'azienda che si occupa della sicurezza di diversi vip e una falla ingiustificata la sua presenza in discoteca nella notte della rapina.

DAL 23 OTTOBRE TORNA IL REALITY DEI KARDASHIAN
Tra poche settimane tornerà in onda sugli schermi tv lo show che vede protagonista la famiglia di Kim. La rapina e la pubblicità intorno all'evento di cronaca potrebbe essere una perfetta mossa di marketing per accrescere l'interesse verso il programma. Del resto come tanti follower hanno scritto che motivo aveva di Kim di portarsi tutti quei gioielli senza alcun tipo di misura di sicurezza?

SILENZIO SOCIAL... MA QUANTO DURERA'?

Dopo la rapina parigina, Kia Kardashian è tornata a New York e non ha più postato scatti sul suo profilo social. Le è stato consigliato di ridimensionare i post per non mostrare sempre dove si trova e di non ostentare le sue ricchezze (il brillocco milionario era sempre in bella vista su Instagram): ma riuscirà la socialite a tenere a freno la sua smania di esibizionismo?