mercoledì 30 settembre 2015

Oscar, l'Italia candida 'Non essere cattivo', il film postumo di Claudio Caligari

'Non essere cattivo', film postumo di Claudio Caligari, è stato scelto per rappresentare l'Italia agli Oscar nella selezione per il miglior film in lingua straniera. 
L'ultimo capolavoro del regista di 'Amore tossico', scomparso a maggio all'età di 67 anni e dopo una lunga malattia, è stato scelto tra una rosa di candidati dalla commissione istituita presso l’Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive multimediali (Anica). 


A concorrere c'erano 'Il giovane favoloso' di Mario Martone, 'Sangue del mio sangue' di Marco Bellocchio, 'Latin lover' di Cristina Comencini, 'L’attesa' di Piero Messina, 'Nessuno si salva da solo' di Sergio Castellitto, 'Mia madre' di Nanni Moretti e 'Per amor vostro' di Giuseppe M.Gaudino.  
Il film è stato girato nelle ultime settimane di vita di Caligari e prodotto dall'amico Valerio Mastandrea.
Fuori concorso al Festival di Venezia è stato molto applaudito per i temi trattati e la bravura degli interpreti.
La pellicola racconta la periferia squallida, quella che si 'arrangia' per guadagnare un po' di soldi, ma resta vittima della sua debolezza spacciata per forza. Ambientato a Ostia nel 1995 stringe l'occhio al primo lungometraggio di Caligari 'Amore Tossico' se non fosse che qui la dipendenza dalla droga si è evoluta e va di pari passo con la criminalità locale.  
'Non essere cattivo' però è anche la storia di un'amicizia, di due giovani (i protagonisti Cesare e Vittorio) che per un po' di tempo camminano l'uno al fianco dell'altro, ma a un certo punto scelgono strade diverse. C'è chi cerca il riscatto dalla miseria e dalle sofferenze della sua famiglia e chi spera in un futuro migliore. E' una storia di 'ultimi', di personaggi pasoliniani che per andare avanti provano a fare i cattivi, ma non è loro la colpa. La responsabilità è della società, del lavoro che manca, della malattia che è come la pioggia sul bagnato: non risparmia chi ha già sofferto. “La vita è dura e se non sei duro come la vita non vai avanti”, dice Cesare, il più aggressivo dei due amici. E “andarsene da tutta ’sta merda” è più facile a dirsi che a farsi. “I sòrdi ce vonno”.  
La Commissione di selezione Anica che ha candidato 'Non essere cattivo' era composta da Nicola Borrelli, Direttore Generale Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; dal compositore Nicola Piovani; dal regista Daniele Luchetti; dalle produttrici Tilde Corsi e Olivia Musini; dal distributore Andrea Occhipinti; da Stefano Rulli, Presidente Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e dai giornalisti Natalia Aspesi e Gianni Canova. Le nomination per gli Oscar 2016 saranno annunciate il 14 gennaio.