giovedì 11 dicembre 2014

Alessia Marcuzzi e il matrimonio lampo: "Ecco i segreti di un giorno speciale"



“Care Pinelle e Pinelli, questo di oggi è un racconto molto speciale per me… e ho deciso di condividerlo con voi per ringraziarvi del vostro affetto”.
Alessia Marcuzzi dal suo blog racconta i retroscena del suo matrimonio lampo e top secret con Paolo Calabresi Marconi: “Come ormai saprete – ha scritto Alessia, corredando il tutto con diverse immagini delle nozze - lunedì 1 dicembre alle 12.30, mi sono sposata con Paolo. Per farlo abbiamo scelto, come location, la campagna inglese del Cotswold, non lontano da Londra. Ed è proprio qui che è cominciata la nostra romantica fuga d’amore, circondati solo da pochi testimoni e parenti. Abbiamo deciso di fare tutto in gran segreto, per cercare di fare una cosa molto intima e, anche perché volevamo che quel giorno fosse tutto nostro e dei nostri cari, in un luogo dove non ci conoscesse nessuno. E direi che ce l’abbiamo fatta!”.
Il luogo è stato scelto in tutta fretta (“Il primo weekend d’amore mio e di Paolo è stato proprio a Londra e così abbiamo deciso di tornare lì per celebrare le nostre nozze. Siamo andati a fare un giro nella campagna inglese e dopo varie ricerche, abbiamo trovato una Chiesa cattolica molto vicina alla tenuta dove abbiamo soggiornato tutti per due giorni… un posto incantevole che non dimenticherò mai!”) e nno mancano i riferimenti all’abito: “Ed ora rispondo subito a chi mi ha chiesto dell’abito… grazie per tutti i complimenti!
Lo stilista è Giambattista Valli: un caro amico mio e di Paolo da tanto tempo. Da anni vive Parigi e, come tutti sapete, è famoso in tutto il mondo per i suoi meravigliosi abiti di alta moda. Grazie Giamba… E’ l’abito più bello e rock che io potessi mai desiderare, e non finirò mai di ringraziarti per quello che hai fatto in così poco tempo per me. Perché, la verità care pinelle e pinelli, è che io e Paolo abbiamo deciso di sposarci due mesi fa… e abbiamo fatto tutto di corsa!!!”.
Ad aiutarla nell’organizzazione una cara amica: “E qui entra in gioco lei, l’incredibile Wonder Woman Alessandra Grillo, amica anche lei da tanto, ma soprattutto, la donna che ha organizzato tutto il mio matrimonio nei minimi dettagli e, senza la quale, non sarei mai riuscita a fare tutto questo!! Unica, incredibile… non c’è nessuno come lei. Come vi dicevo eravamo pochissimi, oltre ai parenti, io e Paolo abbiamo deciso di avere 5 testimoni a testa: Marella, Claudia, mia cugina Valentina, Ezia e Daniela per me e, Alessio, Luigi, Nicola, Daniele e Andrea per Paolo. I miei figli erano tenerissimi: Mia era convinta che il matrimonio fosse il suo…. e ci ha fatto morire dal ridere, mentre Tommaso era il più emozionato di tutti!!! Dopo il pranzo nuziale la festa è proseguita fino a tarda notte… ma di questo vi parlerò nel prossimo post venerdì!”.


fonte